Tu sei qui

Call for entry| L'autoritratto

Data: 
06 Giugno 2020
Tipologia Novità: 

L’autoritratto ai tempi del Coronavirus

L’autoritratto è qualcosa di assai diverso dall’essere il ritratto di sé stessi, poiché, alla capacità introspettiva, esso richiede il coraggio di guardarsi dentro in quella che è stata definita una “protratta e impietosa inchiesta condotta fin negli strati più riposti del proprio essere.” Poiché attraverso l’autoritratto si attua un processo non solo cognitivo, ma anche emozionale e relazionale del tutto inedito indotto dallo sdoppiamento tra la parte che osserva e quella osservata, e dalla coincidenza tra l’io soggetto-spettatore e l’io soggetto-rappresentato. L’autoritratto diventa il testamento simbolico per i posteri e si manifesta come desiderio di consegnare la propria immagine all’eternità: immortalarsi per rendersi immortali. Forse per questa complessità di significati, l’autoritratto è una stimolante sfida che l’uomo ha sempre raccolto nella sua storia. L’autoritratto si configura come un racconto autobiografico, una confessione, una interrogazione, un gioco speculare in cui si prende coscienza della dimensione fisiognomica del proprio io e di una immagine corporea non sempre coincidente con quella mentale, un’occasione per evidenziare la fragilità del concetto del sé rispetto ai correnti meccanismi di identificazione. Diviene così una esplorazione del privato e dei sentimenti attraverso la corporeità, e in tempi di Coronavirus…

 

Scarica il bando su Kromart gallery 

(fotografia di Barbara Cannizzaro - selezionata per shadow collettiva call#05)

Richiedi informazioni

Compila il form per richiedere le informazioni che vuoi, 
un nostro esperto ti risponderà il prima possibile!

 

Centro Sperimentale
di Fotografia Adams:

Sede Principale:
Via Biagio Pallai, 12 - Roma
 
Parcheggio disponibile in garage convenzionati, a due passi dalla Scuola.
 

Copyright © 2016 - Centro sperimentale di fotografia Adams - Partita IVA: 09187711008

Privacy Policy - Cookie Policy