Centro Sperimentale di Fotografia Adams

Tu sei qui

Emerging talent festival | Progetti speciali

Data: 
02 Dicembre 2017
Tipologia Novità: 

La sperimentazione è la base delle nostre scelte, la sperimentazione passa attraverso la ricerca e la ricerca è a tutto campo. Può essere nel contenuto, nella tecnica oppure nella forma. La sperimentazione è una vocazione che ci è stata tramandata dalla storia, dall’esperienza fotografica, dal passato ed è il nostro ponte verso il futuro, quindi il nostro presente. Riccardo Piredda è alla ricerca della forma perfetta. I suoi salti, di cui è fotografo e soggetto, sono il risultato di calcoli al millimetro in cui niente è lasciato al caso. La fotografia è uno dei suoi canali di comunicazione prioritari, una porta fra se e la realtà.
Elisabetta Marangon da anni fotografa il quartiere e i luoghi intorno a se, i “dietro l’angolo” della sua casa. La sua è una ricerca di contenuti, d’identità, portata avanti attraverso la documentazione di eventi quotidiani.
Katia Rossi invece utilizza gli “avanzi fotografici” degli altri per realizzare i suoi collage. La sua non è solo una ricerca tecnica, ma sperimentazione profonda di chi è capace di dare nuova vita a ciò che è lasciato indietro.

 

Riccardo Piredda ha 15 anni, è un ragazzo speciale ha difficoltà a comunicare con gli altri. Lo fa da sempre con la fotografia, lo fa da quando ha otto anni. Riccardo fotografa tutto quello che vuole capire, tutto quello che vuole studiare fermando il tempo e utilizzando tantissimo l’autoscatto.

Katia Rossi vive a Porto Recanati e lavora a Recanati. Educatrice professionale in un centro di riabilitazione per persone disabili, si occupa di due laboratori: il laboratorio della carta ed il laboratorio sensoriale. Dotata di grande creatività, amante della natura e del riciclo con un occhio sempre attento a ciò che la circonda. Nel laboratorio della carta, semplificando tecniche antichissime, realizza insieme a persone disabili fogli di carta riciclata ed oggetti in cartapesta; nel laboratorio sensoriale utilizza suoni, colori, luci e profumi allo scopo di donare benessere alle persone con cui lavora. Si avvicina al collage come mezzo educativo e poi espressivo, attraverso l’uso di materiali naturali ed extra-artistici (ritagli di giornale, riviste, stoffa, legna abbandonata in riva al mare), a cui dà nuova vita. Nel 2017 inizia una collaborazione col Centro Sperimentale di Fotografia Adams ricevendo provini di stampe analogiche e realizzandoci dei collage. A giugno 2017 partecipa alla prima edizione di “KromArt”. Ad ottobre 2017 partecipa a “We Contemporary Art Show” .

Elisabetta Marangon (Roma, 1973) dopo gli studi classici si trasferisce a Milano dove lavora come assistente per l’artista visivo Robert Gligorov. Nel 2002 vince una borsa di studio per frequentare il primo anno dell’Istituto Italiano di Fotografia. Nel 2003 partecipa al workshop Investigazioni Private di Francesco Jodice con una borsa di studio del Toscana Foto Festival. Nel 2004 consegue la qualifica di Fotografo Professionista presso il Lipari Studios. Nel 2006 si laurea in Cinema presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma con una tesi incentrata su Krzysztof Kieślowski. Nel 2013 si occupa del casting, delle scene e delle fotografie per il foto-racconto L’incendio di Via Keplero in Fiamme di Gadda, a spasso con l’ingegnere, il docu-film scritto e diretto da Mario Sesti. Nello stesso anno consegue la laurea triennale presso il DAMS di Roma TRE con una tesi incentrata su Werner Herzog e Gianni Celati e quella magistrale (2015) con una tesi su Giorgio Falco e Sabrina Ragucci. Nel 2016 vince una borsa di studio per frequentare il Master in Fotoreportage presso il Centro Sperimentale Adams di Roma. Collabora con l’artista visivo Alessandro Bavari e con la rivista alfabeta2.

 

Copyright © 2016 - Centro sperimentale di fotografia Adams - Partita IVA: 09187711008