Tu sei qui

Simona Ghizzoni

Simona Ghizzoni è fotografa e regista. 

Ha iniziato la sua carriera studiando Musica e Arti, un' influenza che continua ad essere presente nel suo lavoro. Dal 2005 Ghizzoni si occupa progetti documentaristici che riguardano principalmente la condizione della donna; allo stesso tempo conduce una ricerca personale decennale dal titolo Rayuela, che esplora, quasi sotto forma di diario, il proprio femminile, la relazione dell’uomo con la natura e l’autoritratto.

Utilizza il mezzo della fotografia, della scrittura e del video per catturare persone e luoghi di tutto il mondo, confondendo le linee tra documentario e ricerca personale. 

Tra i suoi lavori più conosciuti, Odd Days, un progetto a lungo termine sui disturbi dell’alimentazione e sul lungo e difficile percorso di guarigione; Afterdark, che indaga le conseguenze dei conflitti sulla vita delle donne nell' area del Mediterraneo: Giordania, Cisgiordania, Striscia di Gaza e Sahara occidentale; UNCUT, sulle mutilazioni genitali femminili in Africa e in Europa. Il suo lavoro è stato pubblicato tra gli altri su The International New York Times, L' Espresso, Io Donna, il Corriere della Sera, El Paìs e premiato dalla World Press Photo, Poyi, the Aftermath project, BBC Arabic Film and Documentary Festival, Margaret Mead Film Festival, Leica Oskar Barnack Award, Sony World Photography Award.

Ghizzoni è socia fondatrice di MAPS / www.mapsimages.com e dell’associazione ZONA / www.zona.org.

 

 

 

 

 

 

Copyright © 2016 - Centro sperimentale di fotografia Adams - Partita IVA: 09187711008

Privacy Policy - Cookie Policy